domenica 9 aprile 2017

Corso di formazione gratuito "Natura e Cultura s'incontrano"

Il corso di formazione gratuito per volontari "Natura e Cultura s'incontrano - per un'integrazione tra culture ambientaliste e ambienti culturali"è organizzato da Legambiente Toscana Volontariato, in collaborazione con Cesvot, Federazione Toscana Beni Culturali, in partenariato con Legambiente Circolo EtaBeta di Arezzo, Consorzio di Bonifica 4 Basso Valdarno, Parco di Migliarino, San Rossore, Massaciuccoli.
Obiettivo del corso è formare volontari ed educatori ambientali in grado di attivarsi nella promozione di luoghi facendo propria una visione di paesaggio che ne contempli una dimensione complessa, inclusiva delle dinamiche ambientali e culturali.
Il corso vuole infatti fornire le conoscenze teoriche per leggere e interpretare in maniera integrata il paesaggio. Gli incontri successivi al primo sono organizzati per fornire esempi diversi di gestione presenti sul territorio toscano, avviare una riflessione su come la promozione di luoghi degradati  sia in grado di sviluppare competenze di cittadinanza, in ambito formale e non formale e costruire una rete regionale in grado di scambiarsi buone pratiche. 
Il corso si svilupperà in 6 incontri dal 29 aprile al 9 luglio 2017. 

Tutti gli incontri escluso il primo avverranno in contesti esterni, con visite guidate intervallate da attività di gruppo. Dopo il primo incontro verranno fornite le indicazioni logistiche riguardanti gli incontri successivi.
Ogni incontro sarà caratterizzato da momenti informativo-esplorativi e da momenti laboratoriali attraverso l'utilizzo delle tecniche di cooperative learning e mutuate dall'ambito della progettazione partecipata.
Le modalità di iscrizione ed il programma sono riportati all'interno del depliant che trovate in allegato. Per l'invio delle iscrizioni potete rispondere alla presente mail o contattare la segreteria organizzativa indicata nel volantino.

Le ore svolte saranno riconosciute per l'iscrizione al Registro nazionale degli educatori, inoltre è possibile per gli/le insegnanti il riconoscimento di 20 ore di formazione. In questo caso quando viene compilata la scheda d'iscrizione è necessario aggiungere la scuola di provenienza.

Ecco il programma scaricabile

Brochure "Natura e Cultura si incontrano" Scuola e Formazione.pdf

martedì 4 aprile 2017

MENZIONE SPECIALE per il progetto Rigenerar_SI


Il progetto "Rigenerar_SI - Riattivazione multi-funzionale delle valli verdi senesi" si aggiudica una MENZIONE SPECIALE in occasione della II edizione del “Premio Sterminata Bellezza”, promosso da Consorzio Comieco Consiglio Nazionale Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori,Legambiente Onlus Symbola dedicato al tema delle periferie.

Puliamo la Montagnola 26 marzo 2017



Escursione insieme a CAI, Legambiente, WWF e Scout nel bosco di Orgia per riscoprire il territorio e prendercene cura

Ore 9.00
Ritrovo persso il Museo del Bosco di Orgia
Partenza per una passeggiata in compagnia dei volontari del Club Alpino Italiano, Legambiente, WWF e Scout con la possibilità di scegliere tra un percorso breve (2,8 km) adatto anche ai bambini e uno più lungo (7,6 km) che arriva al Romitorio di Fuserna
Dotarsi di scarpe da trekking, abbigliamento comodo, acqua e guanti

Ore 12.30 presso l'aia del Museo del Bosco consegna dei sentieri da parte delle associazioni coinvolte nella manutenzione ai rappresentanti del Comune di Sovicille

giovedì 23 marzo 2017

Il Circolo

LEGAMBIENTE è un’associazione senza fini di lucro quotidianamente impegnata  per la tutela dell’ambiente, la difesa della salute dei cittadini, la salvaguardia del patrimonio artistico italiano… lo facciamo grazie alle numerose attività che organizziamo, frutto dell'impegno volontario di migliaia di cittadini che con tenacia, fantasia e creatività si impegnano per tenere alta l'attenzione sulle emergenze ambientali del Paese, a livello nazionale e locale.


“Pensare globalmente, agire localmente”


LEGAMBIENTE  SIENA  si costituisce nel 1998. Opera per favorire un modello di sviluppo fondato sull’uso appropriato delle risorse naturali ed umane; per la difesa dei consumatori e dell’ambiente; per la tutela delle specie animali e vegetali, del patrimonio storico e culturale, del territorio e del paesaggio. Tutto ciò per contribuire a costruire una società basata su un equilibrato rapporto uomo natura
Oltre ad intervenire sul territorio in senso di critica e stimolo delle amministrazioni locali,  a partire dal 2011 ha concentrato le sue attività su alcune problematiche del territorio: mobilità sostenibile, orti urbani e beni culturali con la realizzazione di numerosi progetti. Partecipa con Legambiente nazionale alle varie campagne tematiche, è partner di progetti di altre associazioni del territorio, entra nelle scuole con il circuito nazionale di Legambiente Scuola e Formazione.


Consiglio Direttivo
Francesca Casini (presidente)
Carmen Sessa (vicepresidente)

Consiglieri: Sandro Angiolini (Revisore dei Conti), Luciano Cicali, Ilaria Donati, Fabio Massimo Rossi

venerdì 3 marzo 2017

Statuto

Statuto del Circolo Legambiente di Siena - Onlus


All’ Art. 3 del nostro Statuto si legge che Il Circolo:
“a) promuove ed organizza ogni forma di volontariato dei cittadini, soci e non, al fine di salvaguardare e/o recuperare l’ambiente naturale e i beni culturali, in particolare promuovendo ed organizzando in proprio o in collaborazione con enti e associazioni servizi di protezione civile nonché di vigilanza sull’applicazione delle norme poste a tutela dell’ambiente e della salute;
b) svolge attività di manutenzione, pulizia e custodia di aree verdi, beni monumentali e/o culturali, parchi giochi, giardini pubblici con annessi impianti sportivi e di svago di uso pubblico, spiagge, coste ed ambienti naturali;
c) organizza campi di lavoro per il recupero ambientale, il risanamento di strutture urbane, il rimboschimento, il recupero di terre incolte, il disinquinamento di zone agricole ed industrializzate;
d) promuove la conoscenza in ordine ai diritti dei consumatori e utenti anche mediante forme di assistenza diretta ai consumatori ed utenti medesimi;
e) organizza riunioni, seminari, dibattiti e convegni; redige e diffonde studi tramite pubblicazioni ed ogni altro mezzo di comunicazione; promuove rapporti in Italia e all’estero con Enti ed associazioni, cooperative e movimenti organizzati;
f) promuove e organizza attività commerciali e produttive marginali volte al perseguimento degli scopi sociali quale, ad esempio, la vendita di prodotti agricoli biologici ovvero gadget e materiale informativo, viveri e bevande;
g) assume tutte le iniziative e svolge tutte le attività, ivi compresa la stipulazione di accordi di collaborazione con organizzazioni italiane ed
estere, che siano giudicate necessarie od utili per il conseguimento delle proprie finalità”.


Per raggiungere questi obiettivi il Circolo si avvale del sostegno della rete dei Circoli, di Legambiente Toscana e di Legambiente Nazionale.


Le persone che ricoprono cariche all’interno del Circolo lo fanno a titolo gratuito.


Il patrimonio sociale del Circolo è costituito dai contributi degli aderenti, da lasciti o da elargizioni privati, dai contributi di Enti pubblici, dalle attività commerciali e produttive marginali e da tutti i beni mobili ed immobili ad esso pervenuti per qualsiasi titoli.

https://drive.google.com/open?id=0B16nw0nKzlb6ZTFJOVZOSVBGM0U